UN FURTO
[ UN FURTO ] Sintesi grammaticale ] Elementi di civiltà - GIORNALI E TELEVISIONE ]

UN FURTO
[ UN FURTO ] Sintesi grammaticale ] Elementi di civiltà - GIORNALI E TELEVISIONE ]

UN FURTO
[ UN FURTO ] Sintesi grammaticale ] Elementi di civiltà - GIORNALI E TELEVISIONE ]

UN FURTO
[ UN FURTO ] Sintesi grammaticale ] Elementi di civiltà - GIORNALI E TELEVISIONE ]

UN FURTO
[ UN FURTO ] Sintesi grammaticale ] Elementi di civiltà - GIORNALI E TELEVISIONE ]

UN FURTO
[ UN FURTO ] Sintesi grammaticale ] Elementi di civiltà - GIORNALI E TELEVISIONE ]

UN FURTO

Gigi, ladro ben noto alla polizia, dopo cinque anni di prigione, è in libertà. Ma ora si trova di nuovo al Commissariato.
COMMISSARIO:Cinque anni di prigione non ti sono bastati. Ti sei rimesso al "lavoro". Adesso mi racconti quello che è successo sabato notte in casa della marchesa.
GIGI: E va bene, Commissario. Le dirò tutto. Sabato, a mezzanotte sono entrato nella villa della marchesa.
COMMISSARIO:Chi sono stati i tuoi complici? Fuori i nomi!
GIGI:Su questo non mi caverà una parola di bocca.
COMMISSARIO:Senti, amico, il furto non puoi averlo fatto da solo. Ti conviene parlare. Come hai trovato i complici?
GIGI:Me li ha forniti la Sdentata.
COMMISSARIO:Ah, te li ha trovati la Sdentata? E chi vi ha dato la pianta della villa?
GIGI:No, questo non posso dirglielo.
COMMISSARIO:Ricominci?
GIGI:Ce l'ha data il maggiordomo.
COMMISSARIO:E le chiavi della villa? E la combinazione della cassaforte?
GIGI:Ce le ha date . . . Commissario, non posso . . .
COMMISSARIO:Non fare storie! Chi ve le ha date?
GIGI:La cameriera personale della marchesa.
COMMISSARIO:Bene! Anche la cameriera! Adesso devi dirmi chi è entrato con te nella villa.
GIGI:Sono entrati con me il Lungo e lo Smilzo.
COMMISSARIO:Voi soli?
GIGI:Sì, il Muto ci aspettava in macchina e il Tappo controllava la situazione.
COMMISSARIO:E con i cani che ancora dormono, come avete fatto?
GIGI:Facile. Avevamo lo spray soporifero. Gliel’abbiamo spruzzato sul muso. . . Gliene abbiamo spruzzato tanto.

 

Un furto

Gigi, ladro ben noto alla polizia, dopo cinque anni di prigione, è in libertà.

Ora si trova di nuovo al commissariato perché su lui pesa il sospetto di un nuovo furto.

Il Commissario lo interroga e gli fa presente che se non parla e non racconta dettagliatamente quello che è accaduto in casa della marchesa, per lui saranno guai.

Gigi si mostra disposto a collaborare, però afferma che i nomi dei complici non glieli farà.

Il Commissario cerca di convincerlo a parlare.

La resistenza di Gigi non dura a lungo e il ladro rivela che i complici glieli ha trovati la Sdentata, la pianta della villa gliel’ha fornita il maggiordomo, le chiavi della villa e la combinazione della cassaforte gliele ha procurate la cameriera personale della marchesa ...