Elementi di civiltà
UN GIALLO IN TV ] Bello e Quello ] Indicativo Imperfetto ] Indicativo Trapassato Prossimo ] Verbi irregolari Sapere vedere vivere ] Sintesi grammaticale ] [ Elementi di civiltà ] Bella senz'anima ]

Elementi di civiltà
UN GIALLO IN TV ] Bello e Quello ] Indicativo Imperfetto ] Indicativo Trapassato Prossimo ] Verbi irregolari Sapere vedere vivere ] Sintesi grammaticale ] [ Elementi di civiltà ] Bella senz'anima ]

Elementi di civiltà
UN GIALLO IN TV ] Bello e Quello ] Indicativo Imperfetto ] Indicativo Trapassato Prossimo ] Verbi irregolari Sapere vedere vivere ] Sintesi grammaticale ] [ Elementi di civiltà ] Bella senz'anima ]

Elementi di civiltà
UN GIALLO IN TV ] Bello e Quello ] Indicativo Imperfetto ] Indicativo Trapassato Prossimo ] Verbi irregolari Sapere vedere vivere ] Sintesi grammaticale ] [ Elementi di civiltà ] Bella senz'anima ]

Elementi di civiltà
UN GIALLO IN TV ] Bello e Quello ] Indicativo Imperfetto ] Indicativo Trapassato Prossimo ] Verbi irregolari Sapere vedere vivere ] Sintesi grammaticale ] [ Elementi di civiltà ] Bella senz'anima ]

Elementi di civiltà
UN GIALLO IN TV ] Bello e Quello ] Indicativo Imperfetto ] Indicativo Trapassato Prossimo ] Verbi irregolari Sapere vedere vivere ] Sintesi grammaticale ] [ Elementi di civiltà ] Bella senz'anima ]

Elementi di civiltà

IL CINEMA

Con il cinema, la cultura italiana è tornata a parlare al mondo.

Nel secondo dopoguerra il cinema italiano fa il giro del mondo: prima con la grande lezione dei maestri del "Neorealismo": Rossellini: "Roma città aperta" (1945), con Aldo Fabrizi e Anna Magnani; Visconti: "Rocco e i suoi fratelli" (1960) con Alain Delon e Renato Salvatori; "Ossessione" (1943), con Clara Calamai e Massimo Girotti. Antonioni; De Sica: "Miracolo a Milano" (1951) con attori presi dalla strada, non professionisti; "Ladri di biciclette" (1948). Fellini: "Lo sceicco bianco" (1952), con Alberto Sordi.

Federico Fellini e Marcello Mastroianni "La dolce vita" (1960) con Marcello Mastroianni e Anita Ekberg.

Visconti: "Il Gattopardo" (1963) con Burt Lancaster, Alain Delon, Claudia Cardinale: ... è la Sicilia nel passaggio tra il vecchio mondo e il nuovo Stato italiano.

Scola: "C'eravamo tanto amati" (1974), con Vittorio Gassman, Nino Manfredi, Stefano Satta Flores.

Anche in tempi più vicini il cinema italiano è vivo e vitale e continua a parlare al mondo con registi quali Rosi, Wertmüller, Risi, i fratelli Taviani e Bertolucci: "L'ultimo imperatore" (1988) riceve nove premi Oscar.